Conosco il mondo.....

riflessioni, comunicazioni e curiosità
Giuseppe
Messaggi: 45
Iscritto il: mar mar 02, 2004 9:33 pm
Contatta:

X YARI

Messaggioda Giuseppe » mar mar 09, 2004 12:27 pm

Che prendi per i fondelli.... :evil: fai cosi appensa ti si contraddice o si scrive una cosa che é dicersa dal tuo modo di pensare o essere ? :D

Comunque intendevo che tra pc e gioco di società preferico il secondo..... solo dal nome si capisce il perché..... SOCIETÀ ..... forse perché passo tutto il giorno con il pc :shock:
Se posso scegliere esco e sto fuori con gli amici o l'AMICA :oops:
che é meglio....

Basilio Risiko si può giocare anche in un prato ne.....

basilio
Messaggi: 68
Iscritto il: ven feb 27, 2004 11:09 am
Località: Lausanne

Messaggioda basilio » mar mar 09, 2004 1:21 pm

briscola si puo' giocare anche in un prato, risiko no, o dopo una partita non hai piu' abbastanza pedine per farne un altra :D

Non ho mai detto che l'utilizzo del pc preclude lo stare insieme, la societa'. Quake non e' un gran che se si gioca da soli, e tutti i giochini sono molto piu' divertenti se si gioca in tanti.

Por
Messaggi: 42
Iscritto il: gio mar 04, 2004 4:56 pm
Località: Berna

Messaggioda Por » mar mar 09, 2004 2:59 pm

Ehi Bas, adesso che ho un computer che spacca e (entro questa settimana) un collegamento adsl, pensi che potrò anch'io fare tanti giochini in rete un po' più sofisticati del biliardo di yahoo?

Giuseppe
Messaggi: 45
Iscritto il: mar mar 02, 2004 9:33 pm
Contatta:

Messaggioda Giuseppe » mar mar 09, 2004 5:01 pm

Beh si vede che sono molto ordinato allora eheheh non ho mai perso pedine... comunque se vedi le faccie dei ragazzi che gicano diciamo a pallacanestro oppure a monopoli sono serene e scherzose...se guardi gli stessi ragazzi giocare alla play o al pc sembrano dei "bacucchi" imbambolati davanti al video senza nemmeno più fame e sete.... senza distinguere il tempo..... 1-0 per gli amanti della società !!! :D :D :D :D :D :D :D

Dante Balbo
Messaggi: 990
Iscritto il: ven feb 27, 2004 5:28 pm
Località: Lugano

conflitto superfluo

Messaggioda Dante Balbo » mar mar 09, 2004 5:09 pm

basilio ha scritto:briscola si puo' giocare anche in un prato, risiko no, o dopo una partita non hai piu' abbastanza pedine per farne un altra :D

Non ho mai detto che l'utilizzo del pc preclude lo stare insieme, la societa'. Quake non e' un gran che se si gioca da soli, e tutti i giochini sono molto piu' divertenti se si gioca in tanti.
Ho dato una scorsa ai messaggi, per quanto mi consenta questo maledetto sintetiuzatore vocale, che sicuramente mi preclude tutti igiochi con o senza rete, ma mi sembra che la discussione sia leziosa, come direbbe Manuela, perché sarebbe come dire se è meglio la marmellata o il miele, la caccia o la pesca, il surf o la vela. In tutti i casi si tratta di sport o di cibo e impastoiarsi in discussioni sulla psicologia del giocatore da tavolo, da prato, da pc o da campo sudato di calcio è come tentare di fare l'analisi dell'io del tennista rispetto al giocatore di ping-pong.

Manuela
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 27, 2004 5:02 pm

Messaggioda Manuela » mar mar 09, 2004 9:49 pm

E così Dante, con poche parole, ci "mise via" tutti!

P.S. grazie per la citazione del mio vocabolo, mi sento importante :D

basilio
Messaggi: 68
Iscritto il: ven feb 27, 2004 11:09 am
Località: Lausanne

Messaggioda basilio » mer mar 10, 2004 8:46 am

dante,
metterla via con un "tutti hanno i propri gusti" e' un po' facile.

E' forse perche' mi sento punto sul vivo, ma se un giocatore di backgammon si vede comparato con un giocatore di rugby, probabilmente avra' voglia di discutere nonostante l'evidente questione delle preferenze. Dicendo che si tratta di miele o marmellata stai dando un giudizio: il gioco su pc ha lo stesso valore del gioco col pallone, e possono considerarsi entrambi degli sport. Questa e' tra l'altro la mia opinone, ma non significa che debba essere condivisa da tutti.

Cercare di capire se il gioco su computer possa definirsi o meno un gioco di societa' o uno sport, e' una questione non per forza cosi' leziosa. Il tipo di risposte e ribattute fa supporre che il tema ponga ancora dei dubbi, sarebbe peccato lasciarli insondati.

lucia
Messaggi: 76
Iscritto il: mer mar 03, 2004 3:41 pm
Località: lugano

Messaggioda lucia » mer mar 10, 2004 1:47 pm

ma la questione, all'inizio di questa discussione, non era limitata a gioco/sport; si spingeva fino a dire se l'amicizia personale, che comprende un incontro anche fisico (per piacere, lasciamo da parte la tentazione di battutacce) a mio parere, possa essere totalmente sostituita da chatrooms, sia pure le più raffinate

basilio
Messaggi: 68
Iscritto il: ven feb 27, 2004 11:09 am
Località: Lausanne

Messaggioda basilio » mer mar 10, 2004 6:49 pm

vero. mea culpa tra le altre per aver spostato il soggetto.

Stavo pensando in questo momento (mi sono reso conto di esser davanti al pc con un espressione molto imbambolata) che il cavo nel cranio di keanu reeves (prima in johnny mnemonic, poi in matrix) e' un immagine che calza abbastanza. In verita' il cavo non c'e' (o perlomeno non e' attaccato al cranio :-D) ma l'espressione di imbambolato distacco dalla realta' fisica e' proprio la stessa.
In questa situazione, possono chiamarci a tavola, farci i gestacci e metterci le mani davanti al monitor, ma reagiamo sempre molto lentamente, come se ci mettessimo un attimo per uscire da quel mondo in cui siamo immersi (capita la stessa identica cosa coi libri, quante volte mi han dovuto strappare il libro di mano perche' cominciassi ad ascoltare chi mi stava intorno!).

Un libro purtroppo ci mostra un mondo in cui ci tuffiamo per riemergere a fatica, ma l'azione e' solo in una direzione. Nel pc puoi trovare qualcun'altro imbambolato come te a chilometri di distanza, ma immerso nello stesso mondo. E' questa condivisione che permette un rapporto che puo' diventare un amicizia importante.
In quella situazione dove i sensi normali sono distorti, e altri sensi prendono il loro posto (l'iconcina di icq che fa blink blink, un tick su irc, un battito d'ali per i nuovi mail, sono segnali che si trasmettono attraverso i sensi abituali, ma che li sostituiscono per quello che riguarda il computer, tanto che se lascio blinkare icq per troppo tempo comincio ad avere un fastidio quasi fisico, come se avessi uno spigolo in un fianco) il contatto sembra molto piu' reale che non se lo si analizza seduti su una poltrona a ciciarare direttamente con altri.
Quanto al capire se questo stato di imbambolamento sia una cosa positiva o meno, non lo so. Ogni tanto il nostro corpo reclama e ci obbliga fuori dalla porta (il kino l'anno scorso e' pure riuscito a convincerci ad andare a fare una corsa in riva al lago! erano 3 giorni in cui non mettevamo fisicamente piede fuori di casa :D). Quindi probabilmente tanto bene nn puo' essere almeno per il fisico.

roby noris
Messaggi: 342
Iscritto il: gio feb 26, 2004 9:30 pm
Località: CH Lugano-Pregassona
Contatta:

Messaggioda roby noris » mer mar 10, 2004 7:03 pm

tanto per rilanciare la palla. (non è male per uno che non ha mai tirato un calcio al pallone neppure quando lo mettevano in castigo alla colonna quando si rifiutava di farlo in collegio).

Nei secoli passati per conoscersi e incontrarsi ci voleva un cavallo o bisognava andare a piedi, e salvo Marco Polo, Magellano e pochi altri alla fine della propria vita si conoscevano e ci si era incontrati con ben poche persone. Magari si stava meglio, personalmente non lo credo ma è anche possibile.
Oggi con la rete e una webcam l'Ale fa ciao-ciao alla sua anziana mamma in Argentina che per problemi di cuore non può tanto facilmente prendere un aereo per abbracciare i nipotini.
E alla fine della nostra vita anche i più riservati e asociali hanno collezionato incontri e conosciuto un numero incredibile di persone. Cambiano rispetto al passato solo alcuni parametri nel modo di incontrarsi e comunicare.
Se in futuro si realizzasse qualche scenario previsto dalla fantascienza potremmo ampliare ancora le occasioni di incontro e comunicazione magari incontrando e conoscendo persone che anche se non hanno problemi di cuore non potrebbero venire a trovarci perche il viaggio durerebbe qualche anno.
Alla prima presentazione di un filmato di un treno lanciato verso la cinepresa, nonostante le condizioni primitive della proiezione non certo paragonabili neppure a quelle di un mediocre cinema attuale, il pubblico è fuggito dalla sala urlando. Ma a tutto ci si abitua e si modificano piano piano i comportamenti. Sottolineo i "comportamenti" e non la sostanza del rapporto fra le persone. Credo che in ogni cambiamento epocale fra morti e feriti alla fine si viene fuori con una prospettiva nuova dove ciò che è o si ritiene essenziale può comunque essere rimesso in gioco. Noi siamo in una fase di transizione dal punto di visto degli standard di comunicazione che non si è mai potuta verificare in altre epoche. Non si può escludere a priori una sorta di implosione del sistema ma non credo proprio, perché le potenzialità e la capacità di adattamento sono incredibilmente più grandi di quanto pigramente si voglia ritenere.
Io sogno una rete interplanetaria ultraveloce per poter aumentare le occasioni di incontro (virtuale o personale mi è del tutto indifferente) con gli appartenenti a quella tribù con cui ho certe affinità (da Sainkho a Stockhausen, passando per Garbarek, da Giger a Brugel, dalla 3D alla realtà virtuale). Il che non mi impedisce di invitare con piacere a cena chi ha gusti completamente diversi dai miei purché non mi costringa ad ascoltare canzonette italiane che avrebbero sulla mia psiche effetti devastanti.

(riprendo dopo alcune ore. ora sono le 00:11) E per render più l'idea della comunicazione che in ultima analisi è praticamente indipendente dal modo e dal mezzo, vi infliggerò ancora una piccola descrizione: stasera da casa a Vaglio ho lavorato sulle due Silver (computer per montaggio video TV) che sono in regia a Caritas Ticino a Pregassona controllandole a distanza con un soft che fra l'altro è una meraviglia. Ho potuto trasferire cose da una macchina all'altra, in particolare il video di un'intervista a Graziano Martignoni sulla "canapa" che va in onda sabato, lanciare un calcolo che in una notte permetterà di avere il file AVI che poi ridotto di dimensioni si potrà scaricare dal nostro server e vedersi l'intervista integrale sul proprio PC. Parallelamente sull'altra macchina ho preparato il suono di un'altra puntata. Mentre facevo queste cose avevo aperta una finestra ICQ e ho cacciato balle ma anche scambiato qualche considerazione più seria con Elia da Zurigo, Basilio da Losanna e Laurent da Parigi. Esattamente come facevamo durante le vacanze di natale giu in cucina. E se poi ci fosse stato anche Gioacchino che da Marte ci inviava una sua rappresentazione olografica per comunicare con noi avrebbe completato un normale quadretto da cucina o da bettola. O da comunicazione galattica che per certi versi è la stessa cosa. Per un uomo vissuto qualche secolo fa anche solo l'idea del comunicare per telefono sarebbe stata totalmente incomprensibile e forse inaccettabile. Adesso scendo nella suddetta cucina a bere qualcosa di veramente liquido e non virtuale visto che ho una sete reale.

Giuseppe
Messaggi: 45
Iscritto il: mar mar 02, 2004 9:33 pm
Contatta:

Messaggioda Giuseppe » gio mar 11, 2004 12:45 pm

Beh io non sono daccordo su paragonare PC e sport, forse qui non c'é nessuno che ha fatto dello sport.... insomma il gioco su pc é una passione che si può condividere con altre persone facendo tornei ecc.... ma si allenano solo i riflessi e in alcuni casi il cervello....ancche se diventano manovre autoapprese, infatti vedendo i miei amici giocare a certi giochi eseguono le precise manovre per arrivare allo schema più difficile e poi da li improvvisano ma sempre memorizzando tutto per la prossima volta..... Mentre nello sport é sempre tutto diverso, si usano sempre riflessi,cervello, ma anche resistenza fisica,mentale e per gli sport di squadra anche la convivenza con i compagni ..... dunque nessuno mi può far cambiare idea oltretutto ho le due passioni pc e sport dunque posso giudicare.

Per le idee fantascentifiche del futuro...beh a me basterebbe che i pc ci aiutassero a far avere acqua e cibo a chi non ne ha.

lucia
Messaggi: 76
Iscritto il: mer mar 03, 2004 3:41 pm
Località: lugano

Messaggioda lucia » gio mar 11, 2004 3:16 pm

forse fra pochi anni i rapporti tra le persone saranno in gran maggioranza quelli descritti dal Roby; per ora lo sono solo per una piccola minoranza del mondo, mentre il resto dei Mitmenschen non si è ancora staccato di molto dal medioevo ivi descritto.

non credo di avere spaventosi pregiudizi in questo campo, altrimenti non sarei qui; ma so bene che per me, per ora, è più autorevole una persona con cui sto chattando, dopo averla frequentata personalmente per congruo tempo, che non qualcuno che non ho mai visto, né sentito

e gli esempi che fai, Roby, non mi distolgono molto: l'Ale parla con la sua mamma ( piccola aggiunta tecnica di telecamera ad un telefono già esistente da un po') e tu discuti con i tuoi figli....

che per comprare un dvd basti un indirizzo e-mail, why not?
che per costruire una famiglia basti lo stesso?

Giuseppe
Messaggi: 45
Iscritto il: mar mar 02, 2004 9:33 pm
Contatta:

Messaggioda Giuseppe » ven mar 12, 2004 5:03 pm

:P Sono arrivati i rinforzi !!!! E vai LUCIA !!!!! pienamente daccordo con te.

Io non volevo scriverlo ma a questo punto...io il PC lo considero un elettrodomestico che a seconda di chi lo usa può sfruttarlo più o meno bene, nulla di più.

Ormai ho scoperto le carte...... ora aspettero fermo qui gli attacchi dei "cybernauti" più incalliti ehehehhe :?

basilio
Messaggi: 68
Iscritto il: ven feb 27, 2004 11:09 am
Località: Lausanne

Messaggioda basilio » ven mar 12, 2004 8:00 pm

ci sono 10 tipi di persone al mondo:
quelli che capiscono che il pc non e' un elettrodomestico, e gli altri.

Giuseppe
Messaggi: 45
Iscritto il: mar mar 02, 2004 9:33 pm
Contatta:

Messaggioda Giuseppe » ven mar 12, 2004 9:37 pm

Beh dimmi che cos'é per te il PC Basilio.... non essere cosi vago....spero tu non pensi che il tuo PC ha un'anima....altrimenti fermati subitooooooo

Ah penso che con te e me viene pure la Manuela a mangiare la pizza :D

lucia
Messaggi: 76
Iscritto il: mer mar 03, 2004 3:41 pm
Località: lugano

Messaggioda lucia » sab mar 13, 2004 2:16 pm

io non penso che il pc sia un elettrodomestico qualunque, anzi!

ma continua a non essere il mio re

bensì un pregevole istrumento, che mi permette di contattare 10 persone a costo quasi zero, in un tempo brevissimo e praticamente senza delay tra me e loro

che mi lascia continuare il "casino di cartacce", ma senza le cartacce in giro

che mi permette di sapere cosa ne pensa il Basilio di un certo argomento, anche se non "sento" il suddetto da svariate settimane, e oltretutto non lo stava neppure dicendo a me...

basilio
Messaggi: 68
Iscritto il: ven feb 27, 2004 11:09 am
Località: Lausanne

Messaggioda basilio » sab mar 13, 2004 3:15 pm

"strumento" penso che sia un termine piu' adatto,
e' uno strumento che mi collega con il mondo e me ne modifica la percezione cosi' come gli occhiali e altro.
poi e' anche uno strumento di creativita' e un utensile pratico per fare i compiti e quelle cose li'.

L'interesse primo e' forse quello della comunicazione, il pc senza internet diverte ma non soddisfa, mi ritrovo spesso a fare altro quando non funziona la connessione.

paolo
Messaggi: 46
Iscritto il: lun mar 08, 2004 8:57 am
Località: lugano

Messaggioda paolo » dom mar 14, 2004 10:54 pm

ilBas, vorrei proprio vederti fare "altro quando non funziona la connessione"!!!

ps, a proposito: possibile che il collegamento con il tuo server del forum della colonia sia lento in modo esasperante? spagino più in fetta il losangelestimes che non il predetto...

basilio
Messaggi: 68
Iscritto il: ven feb 27, 2004 11:09 am
Località: Lausanne

Messaggioda basilio » lun mar 15, 2004 3:43 am

il losangelestimes paga centinaia di migliaia di dollari l'anno di connessione. Io son dovuto scendere da 512k a 200k in upload per questioni finanziarie (240.- al mese di connessione e' un po' troppo per degli studenti) quindi purtroppo il forum andra' lento finche o se non trovo un altro posto dove metterlo.


quanto a quel che faccio senza connessione, beh, se posso sorprendere gli altri riusciro' ben a sorprender me stesso prima o poi.

Giuseppe
Messaggi: 45
Iscritto il: mar mar 02, 2004 9:33 pm
Contatta:

A LUCIA

Messaggioda Giuseppe » mar mar 16, 2004 7:13 pm

Beh lucia certo il PC ci facilita la vita .... anche troppo per es. io non posso soffrire quando vedo che si può ordinare la spesa tramite Pc e cose varie....rende le persone "pigre" ancora più pigre....ok per certe persone con problemi é un aiuto e lo apprezzo ma per gli altri che tristezza.... comunque nota che prima del Pc molti altri oggetti sono stati al nostro servizio!!! Tipo il ferrro da stiro a vapore....certo che si guadagna tempo rispetto a mettere il carbone nel ferro tipo i nostri avi....dunque l'esempio che hai fatto beh nulla di che....secondo me é sempre la persona che sta dietro il Pc che conta.....qui si parla poco di questo, spero che Basilio almeno su questo sarai daccordo con me.... no ?

Manuela
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 27, 2004 5:02 pm

Messaggioda Manuela » mer mar 17, 2004 9:02 pm

Tanto per cambiare ti contraddico ancora! :D

Io trovo che il poter fare acquisti tramite pc, standosene comodamente seduti a casa propria (magari mangiando la nutella :-D ) ponderando bene ciò che si vuole realmente e senza in giro tutte quelle persone che stramazzano, sia una cosa eccezionale!!
Senza contare il fatto che si possono trovare oggetti e simili che qui da noi non si troverebbero assolutamente, oppure le si dovrebbero pagare delle cifre fuori dalla propria portata.

Ad ogni modo sono totalmente d'accordo con ciò che hai detto, e cioè che è la persona che sta dietro al computer che conta; lì non c'è alcun dubbio.

Por
Messaggi: 42
Iscritto il: gio mar 04, 2004 4:56 pm
Località: Berna

Messaggioda Por » gio mar 18, 2004 3:25 pm

Sono d'accordo con Manuela. Tralaltro mi è stato detto che è molto carina oltre che colta... :wink:

Giuseppe
Messaggi: 45
Iscritto il: mar mar 02, 2004 9:33 pm
Contatta:

Messaggioda Giuseppe » mer mar 24, 2004 7:13 pm

Certo Manuela hai ragione ( un pochino...non montiamoci la testa ne.... hehehe ) si possono comperare cose che non si trovano qui da noi, però io intendevo gente che fa la spesa tramite internet...cioé aquisti che si potrebbero fare benissimo uscendo di casa.

Dai ribatti un pochino altrimenti questo forum si spegne......... :twisted:

basilio
Messaggi: 68
Iscritto il: ven feb 27, 2004 11:09 am
Località: Lausanne

Messaggioda basilio » mer mar 24, 2004 8:51 pm

giuseppe, se uno considera la spesa come una cosa particolarmente noiosa che e' obbligato a fare per sostentarsi, farla su internet e' molto comodo. Se invece dai un valore sentimentale all'incontrare le altre persone alla migros, coop o che dir si voglia, l'idea di perdere quel momento della propria quotidianita' puo' indubbiamente sembrare terribile.

Io son ben felice di avere la coop nell'edificio di fronte, fosse piu' lontana potrei considerare l'idea degli acquisti su internet ;)

Manuela
Messaggi: 65
Iscritto il: ven feb 27, 2004 5:02 pm

Messaggioda Manuela » mer mar 24, 2004 9:56 pm

Eccomi ritornata!! Scusata la mia lunga assenza, ma tra lavoro, scuola, sport e nutella non avevo più tempo..

Grazie Por (o dovrei dire grazie a qlc altro per i bei complimenti? 8) ), cmq ho saputo che sei già occupato.. Mannaggia! Tutti io me li becco??! :?

Ok Giuseppe, dopo la tua spiegazione mi dichiaro d'accordo con te, ma non giudico male chi fa tali acqusti tramite internet.
Non tutti amano recarsi al sabato mattina (parlo per la maggior parte delle persone che conosco) presso qualche filiale per confrontarsi con i più svariati prodotti, e vedersi "bombardati" da enormi cartelli pubblicitari.
Prendere il bigliettino al reparto salumeria e aspettare il proprio turno dopo una miriade di persone che non la finiscono più di comandare prosciutto & co.
Fai il tuo giretto per il negozio (comperando cose che magari neppure servono, spendendo così soldi inutilmente) imbattendoti con quelle persone maleducate che abbandonano il carrello in mezzo al corridoio impedendoti di passare. Ti avvicini, lo sposti con molto garbo, ti giri e vedi il "padrone" del carrello che ti squadra malissimo pensando chissà quali stramberie.
Riprendi il tuo tragitto cercando di evitare e scansare con molta fatica i carrelli che ti vengono addosso.
Arrivi finalmente stremato e qusi sudato alla cassa. La forza morale è a terra, ma sei ormai giunto a destinazione.. quando davanti a te, il cliente che ti precede, ha dimenticato di pesare le verdure, cosi la commessa deve assentarsi per andare lei medesima a prendere il dannatissimo bigliettino con scritto il prezzo e i kg della verdura!
Così quella poca pazienza che ancora si possedeva la si vede svanire, ma il colpo di grazia lo si ha quando lo stesso cliente si mette a pagare pochi franchi con la postcard mettendoci infinite ore!!
A questo punto uno pensa: ma chi me lo fa fare di danneggiarmi l'anima e rovinarmi la giornata, perdendo un sacco di tempo per una sciocchezza simile?? Io pago qualcun'altro che lo faccia al mio posto!


Torna a “Media elettronici e rete”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 1 ospite

cron